Menu
A+ A A-

SAN GIOVANNI XXIII°: L’INIZIO DI UNA NUOVA CHIESA

papa

di felice magnani

Ogni papa non è mai una storia a sé, c’è sempre un anello di congiunzione che ne rende operosa quella continuità che, nella storia cristiana, s’ identifica con l’incessante attività dello Spirito Santo. Chi all’epoca era già abbastanza grande per ascoltare la voce, i toni e le parole del grande papa di Sotto il Monte in provincia di Bergamo, percepiva in quelle parole, in quella voce e in quei toni la passione umana e missionaria di una chiesa diversa, capace di sorprendere e di entrare con maggior forza e vigore nell’animo umano. Papa Giovanni XXIII°  è stato grande perché ha saputo rilanciare il messaggio cristiano in un momento difficile, dimostrando che la via era già stata aperta e che bisognava avere il coraggio di intraprenderla e di percorrerla. Così ha fatto, partendo dalla forza persuasiva dell’esempio, dalla consapevolezza che alle parole dovevano seguire fatti concreti.  Ha rotto gl’indugi con l’istituzione del suo Concilio Vaticano II, dimostrando che il momento era giunto. Lo ha fatto in tempi brevissimi, come se quello Spirito che lo aveva mosso gli avesse accordato un tempo e una misura, come se dovesse fare in fretta, perché il mondo dell’attesa aspettava con ansia una risposta. Un papa dalle sembianze contadine, con un viso rubicondo e accattivante, dotato di una voce ferma e suadente, percorreva le carceri, gli ospedali, gli orfanatrofi, i mondi, accarezzava e baciava i bambini, sostituendo l’ufficialità dell’investitura con un approccio paterno e materno insieme, capace di regalare affetto e comprensione a tutti. In un pontificato brevissimo ha ampiamente dimostrato la forza innovativa di un Vangelo che non attende di essere chiamato, perché è già vivo, presente, soprattutto dove il bisogno e l’attesa sono più grandi. Con papa Giovanni abbiamo imparato di nuovo, ci siamo resi conto della forza redentiva di una chiesa a volte complicata, ma capace sempre di far ritrovare all’uomo, anche a quello più lontano, la forza e la bellezza di una identità.