Menu
A+ A A-

AMARE PERCHE’...

amore e follia

di felice magnani

Spesso ci domandiamo se siamo ancora capaci di amare, perché l’amore non è mai uguale, non si presenta mai con la stessa faccia, ha sempre qualcosa di nuovo da sottoporci. E’ come se ogni volta volesse metterci alla prova per vedere se ne siamo all’altezza. Il problema è capire chi sia realmente quell’amore che ci stimola e solletica al punto che non sappiamo quasi più riconoscerne la forma, la sostanza, la voce e il profilo. Nella società telematica l’amore viene spesso avvicinato al corpo sinuoso di una donna, al punto che nella maggior parte dei casi gli uomini hanno imparato ad associarlo al fare all’amore, a essere testimoni d’ immagini, suoni e scenografie che in molti casi ne licenziano la sostanza divina, che si lega a uno sguardo, a un dono, a una gioia o a una sofferenza. La vita della tecnologia moderna è fondata sulla sottile e un po’ ipocrita dipendenza da un amore esibito come trionfo dell’eros, della provocazione, dove tutto evolve e si dissolve in una tematica che, se non gestita, rischia di naufragare definitivamente nell’idea che possa esistere un amore più formalmente legato al piacere di un’ estasi religiosa, di un sogno di mezz’estate, di una idealizzazione, alla possibilità che possa riunire attorno a sé il più grande obiettivo terreno. L’amore è fondamentale, è il banco di prova della vita, l’inizio di una felicità immensa o di una tragica disfatta, alla fonte alla quale ci disponiamo quando il mondo si chiude nella sua ipocrita dissonanza. Senza l’amore la vita sarebbe ruvida, grezza, gelida, incapace di generare, di far lievitare lo sguardo, di condurci verso una più nutrita coscienza cristiana. Senza l’amore non ci sarebbe poesia, musica, arte, l’architettura, la scultura, la pittura, senza di lui non potremmo svegliarci e cantare, pregare, guardando il sole e ringraziando Iddio del miracolo della Creazione. Amare l’Amore è un unico che non finisce mai di stupire. Chi ama trova sempre un senso, dispone di una parola e di un sentimento in più da vivere, donare, condividere e realizzare. L’amore è un balsamo che riaccende ogni giorno la nostra vita, orientandola verso la verità e la bellezza, non lasciandola mai sola in balia della noia e dell’inquietudine. L’amore scopre, apre, restituisce, collabora, stupisce, inquadra, assorbe, è un dono prezioso a cui ci sentiamo e che va oltre le lusinghe di un mondo che ricerca affannosamente il divino, senza sapere che ce l’ha in casa, proprio a due passi.