Menu
A+ A A-

Celebrazioni al Sacro Monte per Paolo VI santo

Varese per la canonizzazione di Paolo VI

Varese si mobilita per la proclamazione a Santo di Paolo Sesto, che avverrà a Roma domenica 14 ottobre.

«In occasione della canonizzazione di Paolo VI il decanato, in collaborazione con le associazioni per la vita, propone quattro momenti – spiega il prevosto monsignor Luigi Panighetti -. Due sono sostanzialmente di preghiera, il pellegrinaggio diocesano a Roma, e la salita al Sacro Monte. Poi ci sono altri due momenti, uno di tipo culturale e uno di testimonianza: il primo è una mostra, e l’altro è un momento testimonianza che verrà data dalla famiglia di Amanda, la bambina miracolata da Paolo sesto che ha portato la congregazione romana e il papa a firmare la canonizzazione».

Un calendario ricco, che mostra una particolare vicinanza dei fedeli varesini alla figura di questo papa: «Il decanato ha deciso di dargli questo rilievo, per il riconoscimento di una figura esemplare che ha inciso nel contesto del suo tempo e incide ancora ora – spiega il decano Mauro Barlassina-. Ma anche un uomo a cui Varese è molto legata e che era legato a Varese. Non solo per il fatto che il suo segretario particolare, Pasquale Macchi, era varesino, ma anche perchè lui stesso era legato al Sacro Monte –  salì al borgo ben 12 volte – e ha fortemente voluto alcune delle parrocchie varesine ora esistenti».

CON DELPINI UN PELLEGRINAGGIO E UNA SALITA AL SACRO MONTE

Due, come ricordati dal prevosto di Varese, sono i momenti di preghiera, che vedono protagonisti entrambi l’arcivescovo di Milano Mario Delpini: il primo è un pellegrinaggio diocesano a Roma per la canonizzazione di Paolo VI, che sarà da sabato 13 a lunedì 15 ottobre 2018: si sono iscritti in 2500 in tutta la diocesi, e 100 di loro sono varesini. In realtà, saranno molti più di cento i varesini a Roma: molti infatti vanno con mezzi propri, come ad esempio la quindicina di parenti di Pasquale Macchi, già segretario del Papa e poi dal ’78 anche arciprete del Sacro Monte.

Il secondo momento di preghiera sarà invece sabato 27 ottobre: alla mattina è prevista una salita al Sacro Monte guidata dall’Arcivescovo.

Varese per la canonizzazione di Paolo VI

LA MOSTRA IN BATTISTERO

“Paolo VI Santo – L’Uomo, l’Arcivescovo, il Papa” è una mostra documentale organizzata su 43 pannelli: illustrata e riccamente documentata, attraverso le sue 3 sezioni – l’uomo, l’arcivescovo, il pontefice – intende ricostruire i momenti fondamentali della biografia di Paolo VI entro le vicende della Chiesa e della società, in Italia e nel mondo.

Realizzata dal centro studi Paolo VI di Villa Cagnola, è una mostra itinerante e sarà aperta al Battistero di S. Giovanni della Basilica di San Vittore da domenica 14 a domenica 21 ottobre 2018, tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18. L’inaugurazione sarà domenica 14 ottobre alle 10.45, alla presenza del decano Mauro Barlassina .

L’esposizione della mostra “Paolo VI Santo” a Varese è promossa dal Movimento e Centro di Aiuto alla Vita di Varese e da Insieme per la Vita – Varese.

UN INCONTRO PER CONOSCERE LA STORIA CHE HA RESO SANTO PAOLO VI

Tra le iniziative, anche un incontro-testimonianza, che si terrà venerdì 26 ottobre alle 21 all’Istituto Maria Ausiliatrice in piazza Libertà. Si intitola “La piccola Amanda e la sua famiglia: il miracolo della Santità di Paolo VI” e racconta nei particolari il miracolo che ha dato il via all’opera di canonizzazione di Giovan Battista Montini.

A raccontare l’evidenza scientifica e l’inspiegabilitá del fatto ci sarà Patrizia Vergani, ginecologa per la Fondazione MBBM/ Ospedale San Gerardo di Monza. La prima testimonianza sarà di Paolo Martinelli, ginecologo dell’Ospedale “ Mater salutis “ di Legnago- Verona, che avrà come titolo ”Ho incontrato Paolo VI”. Infine, a parlare sarà Vanna, la mamma di Amanda, che racconterà la sua storia.