Menu
A+ A A-

Anche quest'anno Legambiente apre il campo estivo di volontariato al Campo dei Fiori

È ormai un appuntamento fisso nell’estate del Varesotto, che veleggia verso i vent’anni: il campo di volontariato internazionale organizzato da Legambiente e dal Parco regionale Campo dei Fiori tra Brinzio e la Rasa di Varese. Una formula collaudata, che anche nel 2018 porterà (dal 31 luglio al 14 agosto p.v.) una decina di ragazzi, provenienti da tutta Europa e anche da più lontano, a lavorare per la tutela della “montagna dei varesini”.

«I ragazzi si occuperanno soprattutto della manutenzione dell’area del Villaggio Cagnola e del Monte Legnone – spiega Valentina Minazzi,presidente di Legambiente Varese Onlus e storica responsabile del campo –, ripulendo e riaprendo i sentieri di sasso del complesso, che oggi è patrimonio del Parco Campo dei Fiori e ove hanno sede diverse attività collegate, dal Parco Avventura ai percorsi per mountain bike».

I sentieri, costruiti all’inizio del ‘900, sono stati una piccola eccellenza di ingegneria per l’epoca, in grado di drenare l’acqua piovanamantenendo asciutti e percorribili i percorsi intorno alla villa. Da anni l’impegno di Legambiente e dei suoi volontari è prezioso per consentire il loro progressivo ripristino e agevolarne la praticabilità, rimuovendo vegetazione infestante e terra dilavata, nonché rimettendo in sesto le opere edili (scalinate, panchine in sasso, punti di osservazione panoramica).

Prosegue Minazzi: «I campi rappresentano una straordinaria opportunità per realizzare progetti concreti in favore dell’ambiente. Da una parte producono effetti positivi per il territorio, dall’altra mettono in contatto giovani di tutte le nazionalità e accomunati dalla passione per la natura e dall’impegno verso l’ambiente. E consentono a noi responsabili di campo e agli abitanti dei comuni coinvolti di conoscere il mondo… semplicemente accogliendolo a casa propria».

«La collaborazione con Legambiente è iniziata nei primi anni 2000 – spiega Roberto Piccinelli, vicepresidente del Parco – quando ero sindaco di Brinzio. Con il loro aiuto, anno per anno l’area è stata riqualificata, e oggi è fruibile a tutti. Ma la manutenzione non va trascurata, ed è in questo che i ragazzi ci aiuteranno, portando poi in giro per l’Europa il ricordo della bellezza dei nostri boschi». Come da prassi, infatti, i ragazzi alloggeranno nei locali messi a disposizione da Comune e Pro Loco di Brinzio.

«Promozione di una cittadinanza attiva e consapevole e sostegno alle associazioni che contribuiscono alla bellezza della città e delle immediate vicinanze – fa eco Dino De Simone, assessore all’ambiente, benessere e sport del comune di Varese – sono attività fondamentali per la nostra amministrazione. Anche in ottica turistica: siamo certi del passaparola positivo su Varese che scatterà tra questi ragazzi una volta tornati a casa».

Oltre alla cura dei sentieri, i ragazzi di Legambiente svolgeranno attività di ricerca sulla preziosa biodiversità del nostro territorio. E, grazie al centro mountain bike del Villaggio Cagnola, si muoveranno pressoché solo in bicicletta.