Menu
A+ A A-

Arrivano i tourist angel al Sacro Monte

Dal 1° aprile al 1° ottobre gli studenti affiancheranno gli operatori della rete territoriale degli infopoint nello svolgere diverse attività: la ricognizione degli eventi culturali e sportivi, il supporto a iniziative di grande rilievo, l’informazione, l’indirizzo e l’assistenza ai turisti, lo sviluppo di contenuti sui canali social e l’accompagnamento durante visite e attività all’aria aperta in affiancamento alle guide. Al Sacro Monte opereranno gli allievi dell’Isis Daverio-Casula ma anche del Marie Curie di Tradate. Prima di entrare in azione ad aprile, i Tourist Angels – con le loro magliette e i loro cappellini marchiati #DoYopuLake? e InLombardia – riceveranno una formazione incentrata su due temi: l’inquadramento turistico territoriale, con indicazioni anche in inglese fornite da guide locali, e lo sviluppo e la gestione della multicanalità sui social network, con il coinvolgimento di Explora, la Destionation Management Organization di Regione Lombardia. Giuseppe Albertini della Camera di commercio, afferma: «Siamo particolarmente contenti di questo progetto per la sua duplice valenza – sottolinea il presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Albertini -. In primo luogo ci permette di garantire nuovi servizi ai turisti che, come dimostrano gli ultimi dati, stanno apprezzando sempre più la qualità dell’offerta che garantisce loro Varese, con i suoi laghi e le bellezze ambientali e architettoniche di una terra ricca di ben quattro siti patrimonio Unesco. In più, offriamo l’occasione agli studenti dei nostri istituti superiori di svolgere un proficuo periodo di formazione sul campo. Potranno affinare le loro capacità, migliorare la loro conoscenza linguistica e, magari, valutare l’opportunità di avviarsi verso un’attività imprenditoriale in campo turistico-ricettivo». Per quanto riguarda Roberto Maroni, dice: «Siamo orgogliosi che sia Varese, con i suoi quattro siti Unesco, a fare da apripista a progetti innovativi che sostengono il turismo in Lombardia - dichiara il presidente Regione Lombardia, Roberto Maroni -. La Lombardia non è solo industria e manifattura, per le quali è conosciuta nel mondo e che, con 800.000 imprese, ne fanno uno dei Quattro motori d’Europa, ma è anche arte e natura e merita dunque di essere conosciuta anche per le sue straordinarie bellezze culturali e paesaggistiche. Numerose sono le azioni che abbiamo già avviato a questo scopo, la principale delle quali è l’Anno del Turismo lombardo, che si chiude alla fine del mese di maggio. Mi auguro che i Tourist Angels possano essere un modello a sostegno della promozione turistica di tutto il nostro territorio, perché abbiamo l’ambizione di diventare un player internazionale di primissimo piano anche nel turismo». Mauro Parolini invece:
«Regione Lombardia – dichiara l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Mauro Parolini - ha co-finanziato questo progetto, perché si inserisce coerentemente non solo negli interventi previsti da #DoYouLake?, per i quali abbiamo stanziato 300mila euro, ma anche nell’azione complessiva di rilancio della promozione, dell’accoglienza e dell’organizzazione del turismo lombardo che stiamo intraprendendo. Per completare infatti il salto di qualità che la Lombardia sta compiendo è necessario investire anche sulla accoglienza qualificata e riacquistare consapevolezza del nostro grande potenziale. Questi “angeli” giocheranno un ruolo fondamentale, perché il turismo è innanzitutto relazione ed incontro con luoghi e persone. E in questo ambito il fattore umano gioca un ruolo fondamentale, perché è l’elemento che può fare di un viaggio un’esperienza indimenticabile». Infine, Claudio Merletti, dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale – Ambito territoriale di Varese, Claudio Merletti, è particolarmente soddisfatto per l’avvio di questa importante collaborazione che apre interessanti prospettive per il futuro: «Duecento studenti. Un tassello, nella sterminatezza di bisogno e chance provinciali di alternanza scuola-lavoro (con 21.000 studenti/anno del triennio finale di tutte le superiori): ma, grazie a Camera di Commercio e Regione, in uno dei baricentri della tradizione dello sviluppo della nostra provincia. I duecento saranno formati nel e sul contesto turistico territoriale, anche in lingua inglese, da guide turistiche e con sviluppo e gestione della multicanalità sui social network. La firma del protocollo è investimento di futuro, esempio strategico di come l’assunzione diretta da parte delle massime istituzioni della dimensione formativa dell’alternanza scuola-lavoro possa generare forme nuove di crescita, formazione e sviluppo radicati territorialmente e aperti per le nostre ragazze e per i nostri ragazzi».