Menu
A+ A A-

Festeggiati gli autori della canzone vincitrice di Sanremo

Con Luca e Fabio ha vinto Varese. Chiaravalli e Ilacqua, che hanno trionfato a Sanremo con la canzone interpretata da Francesco Gabbani, sono stati festeggiati ieri sera al Circolo di Casbeno da tanti varesini orgogliosi di loro.

In molti hanno seguito Sanremo con gruppi d’ascolto degni di un campionato del mondo di calcio: scaramanzia, tensione e tifo indiavolato.

Ad accoglierli al circolo di via Milazzo, sulle note di “Occidentali’s Karma”, erano in tanti: cantanti professionisti e non, “casbenatt”, giovani e anziani, famiglie con bimbi, amici di amici, curiosi fan e tutto il consiglio di amministrazione del circolo.

La festa con cui Varese ha omaggiato i suoi campioni, anche se loro si schermiscono come se non avessero fatto nulla di straordinario, è stata una serata semplice come esplicitamente chiesto dai due artisti: saluti, chiacchiere e spumante, strette di mano, fotografie, poster, e domande e curiosità dei presenti.

«Sono orgoglioso – ha detto Carlo Marcellini, presidente del circolo - di avere vicino sempre Fabio nelle nostre attività e sappiamo che anche Luca ci è vicino. Hanno avuto un anno straordinario e penso nessuno abbia ne abbia mai avuto uno simile. Meritano tutto il nostro affetto, che gli dimostriamo con un ritrovo semplice, ma con un grande calore umano perché gli vi vogliamo bene». E «visto che il cuore di Casbeno pulsa per loro» sono diventati soci onorari del Circolo.

Fabio Ilacqua, che ha il suo studio a Fogliaro ai piedi del Sacro monte, si è definito «emozionato. Non mi aspettavo un’accoglienza del genere e sono contento. Ringrazio il presidente del Circolo perché ritengo che questo sia un luogo fondamentale per Varese».

Fabio e Luca hanno poi raccontato la genesi della canzone trionfatrice a Sanremo e risposto alle curiosità poste. Luca Chiaravalli ha aggiunto: «abbiamo avuto il piacere di aver fatto una bella canzone. Sono contento di aver finalmente collaborato con Fabio, dopo 20 anni che ci conosciamo. È la cosa più bella per me, più della vittoria. Abbiamo un approccio simile alla musica, avulso dai meccanismi che fanno puntare su “ciò che funziona”». Dietro ad una canzone c’è un lungo e complesso lavoro di “filiera”: non è un caso che la canzone sia nata a Varese dove ci sono più di 500 persone che lavorano nel settore.

Il sindaco, Davide Galimberti ha consegnato loro la medaglia dei 200 anni di Varese Città.

Gli sono persino stati fatti pervenire i complimenti istituzionali del presidente della Regione Lombardia, Maroni e dell’assessore regionale alla cultura Cappellini, che hanno invitato i due musicisti a ricevere le congratulazioni di persona a palazzo Lombardia, visto il successo Sanremese. Il poster più bello, dedicato a Fabio, che del Circolo è un grande sostenitore e dove passa molto tempo, recitava: “Viva il Circulin! Te trasfurmà l’Ilacqua in vin. Tutto scorre Panta Rei a un passo da te resta fermo e saldo in un luogo, il circolo di Casbeno, il tuo karma. Così sia AMEN”.