Menu
A+ A A-

Novità parcheggi in città

sosta varese 595048.610x431

 

E’ stato presentato in Comune il nuovo piano per la sosta in città. Avt presenta così un progetto che dovrebbe incentivare i cittadini a lasciare l’auto per un maggior utilizzo dei mezzi pubblici. I contenuti sono stati resi noti, ma mancano alcuni passaggi prima che vengano messi in pratica. In primo luogo, non sono state indicate nel piano le tariffe per l’utenza. Da ieri e per 20 giorni, ogni cittadino potrà far pervenire al comune osservazioni, critiche, suggerimenti all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Nel piano di Avt non sono presenti osservazioni precise sulla funicolare del Sacro Monte, ma si sta lavorando all’idea di rendere il Sacro Monte a pagamento per le auto (con diverse fasce di prezzo) e che una parte di quei soldi serviranno a finanziare alcuni dei costi della funicolare. La cifra mancante di fondi potrebbe garantirla uno sponsor privato, che però va ancora trovato. L’anticipazione è interessante, ma lo stesso assessore è stato prudente perché va verificato se, tra le imprese, davvero vi sia qualcuno che voglia contribuire alla sponsorizzazione.

A fine marzo il provvedimento dovrebbe arrivare in consiglio comunale, ma una volta approvato si farà partire con tempi differiti.

Altra novità riguarda l’idea dei 4 parcheggi a corona esterni in cui sostare gratuitamente per poi prendere il bus gratis (la corsa sarà offerta dal comune): allo Stadio, alla Schiranna, a Bizzozero zona Carrefour, all’Iper Belforte. In realtà dovranno sborsare 10 centesimi per una questione di tagliando e macchinette, ma potranno usufruire di un contrassegno che dà loro diritto alla sosta per tutto il giorno. Sono inoltre previsti anche altri tipi di parcheggi, ribattezzati scambiatori, in cui parcheggiare gratis se non si vuole pagare la sosta.

Il Comune ha deciso di creare una sorta di Area C entro cui suddividere il costo della sosta nel centro storico, per un’area che andrà grossomodo dalla Questura a Giubiano, e dalla Brunella, a viale Borri. Le fasce di pagamento che saranno maggiori a seconda della vicinanza con il centro. Si divideranno con dei colori: area azzurra (la più costosa), blu, verde, rossa. E l’idea di fondo sarà quella di privilegiare la sosta breve, per creare anche un maggiore scambio di posto. Riassumendo: più sei vicino al centro, più paghi e meno puoi restare fermo.

In una delle nuove fasce di parcheggio, vi sarà una tariffa per il mattino e una per il pomeriggio, in prossimità di ospedali e uffici pubblici. Tornerà la sosta gratuita in pausa pranzo in tutta l’area del centro storico. Si potranno anche fare abbonamenti e sarà istituita un’area pendolari nei pressi delle stazioni.