Menu
A+ A A-

I Sacri Monti teatri di drammaturgia

DOMODOSSOLA - Si è svolto il 26 novembre il seminario tecnico Unesco dal titolo La Drammaturgia dei Sacri Monti, un tavolo di lavoro in cui si è stata esplorata una nuova dimensione di ciò che può rappresentare un luogo sacro per la società stanziale e per i pellegrini di passaggio.

Il professor Claudio Bernardi ha illustrato il lavoro di ricerca “I Nostri Sacri Monti” svolto dall’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, evidenziando il concetto di innovazione portata dalla strategia drammaturgica che prevede azioni anche private ed accadimenti non sempre prevedibili che si incontrano con tutto ciò che è prescritto, previsto, programmato, rituale. Lo studio ha evidenziato che, a fronte delle attuali difficoltà finanziarie, risulta fondamentale lavorare in un’ottica di rete che favorisca la sinergia e la collaborazione tra enti, istituzioni laiche e religiose e le associazioni. Questa necessità è il presupposto per recuperare il senso di comunità che ha caratterizzato i Sacri Monti sin dalle loro origini. La ricerca ha censito più di 200 soggetti – tra associazioni e gruppi di persone - che hanno preso parte all’organizzazione degli eventi nei Sacri Monti.

Oltre al censimento delle attività e degli eventi che hanno avuto luogo presso i Sacri Monti piemontesi e lombardi nel quinquennio 2007-2011, sono state prospettate strategie per il rilancio ed il rafforzamento della drammaturgia di comunità nei settori dell’arte, della fede e della natura. La proposta auspica la programmazione degli eventi all’interno di ciascun Sacro Monte, il coordinamento degli eventi per l’ente di gestione dei Sacri Monti ed, infine, la promozione unitaria tra i Sacri Monti Piemontesi e quelli Lombardi. ??Il termine drammaturgia legato ai luoghi di culto ha negli ultimi decenni acquisito un’accezione più vasta del suo significato primitivo. Non indica soltanto l’arte o il mestiere di fare drammi e, in senso stretto, la composizione di opere teatrali ma risulta essere la composizione di azioni nei più diversi ambiti extrateatrali e per fini non unicamente estetici o di intrattenimento.

La drammaturgia, in questo contesto, attiva processi e prodotti estetici per fini etici, ossia il benessere della persona e del corpo sociale. Una nuova esperienza di valorizzazione di quelli che sono i siti patrimonio mondiale dell’umanità, tra cui i nove Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia. In una società secolarizzata anche ciò che è tradizionale ed immobile come le cerimonie religiose ha con la drammaturgia un impulso di continua novità, creando intorno al Sacro Monte un ambiente dinamico in cui vengono rappresentati tre generi performativi quali: le funzioni religiose (messe, processioni, rosari, vespri), le funzioni artistiche (mostre, restauri, concerti, spettacoli, conferenze) e attività ludiche e scientifiche naturali (escursioni, osservazioni, raccolta, ma anche pic-nic, giochi all’aperto, relax).

Uno studio antropologico del Sacro Monte, un’analisi delle potenzialità turistiche e culturali oltre che esperienza mistica di fede e religiosità. Per il dibattito sono intervenuti anche Francesco Russo, Prefetto del VCO, il sindaco di Domodossola Mariano Cattrini, Salvatore De Giorgio direttore del settore parchi della Regione Piemonte e il presidente dell’ente di gestione dei Sacri Monti, Giacomo Gagliardini. Alla sessione mattutina del seminario è seguita la riunione della conferenza permanente UNESCO, presieduta da don Vito Nardin, rettore del S. Monte Calvario di Domodossola e di Carlo Capponi, responsabile dell’Ufficio Beni culturali ecclesiastici e arte sacra dell’Arcidiocesi di Milano.

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese