Menu
A+ A A-

GIOCHI D'ACQUA A VILLA TOEPLITZ

Varese, 8 maggio 2019

Il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato un progetto di legge per dare più autonomia agli enti gestori dei parchi lombardi. Il provvedimento chiede un idoneo stanziamento di risorse aggiuntive ed è passato con la solita preconcetta e incomprensibile divisione fra maggioranza e opposizione.

A Varese uno stanziamento, ottenuto attraverso un bando del Comitato Interministeriale per la programmazione economica, permetterà di finanziare i lavori per ripristinare e recuperare canali, fontane e giochi d'acqua che sono una delle caratteristiche più interessanti del parco pubblico di Villa Toeplitz di Sant'Ambrogio Olona, dal 1972 proprietà del Comune di Varese.

Il progetto è stato presentato dal vice sindaco Zanzi e dall'assessore De Simone ai numerosi intervenuti alla conferenza del 6 maggio che hanno animato il dibattito con vari interventi fino alla proposta di costituire un gruppo che potrebbe chiamarsi “ ASSOCIAZIONE AMICI DEL PARCO DI EDVIGE TOEPLITZ” che fu la realizzatrice dello splendido parco ispirato dai ricordi della visita di due giardini dell'imperatore mongolo Babar durante numerosi viaggi in Kashmir e in Asia.

La villa e il parco diventarono un centro di avvenimenti culturali e artistici proposti da musicisti, cantanti, compositori, attori e attrici che si raccoglievano attorno a Donna Edvige.

Nel corso della conferenza non sono mancati gli interventi dei principali animatori della vita culturale di oggi e cioè l'interessante Museo Etnografico Castiglioni, l'Università dell'Insubria e l'accenno alle numerose attività sportive e artistiche proposte dai responsabili del Tennis Bar.

L’intervento, che impegnerà circa 300 mila euro, riguarderà manufatti e giochi d’acqua: i lavori cominceranno a fine maggio e dureranno circa tre mesi, ripristinando fontanelle, ricostituendo mattonelle, recuperando le vie d’acqua che alimentano le fontane. «I lavori dureranno di fatto tutta l’estate, ma non chiuderanno il parco – ha spiegato De Simone – L’invito è di non disertare il giardino, ma viverlo e godersi i lavori».

L'invito è rivolto a tutti, ma soprattutto ai residenti del rione invitati a vigilare e a chiedere il rispetto  del parco con lo stesso comportamento che si tiene con cose e persone che si amano.

Cordiali saluti.

 De Maria Domenico

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese