Menu
A+ A A-

TRASPORTO PUBBLICO: IL BUON SENSO E' UN OPTIONAL

Varese, 23 luglio 2017

Da domenica 16 luglio, grazie alla collaborazione fra Autolinee Varesine e il Comune di Varese saranno raddoppiati i collegamenti fra la città e il Sacro Monte. Tutte le domeniche, finché durerà la bella stagione, la corse verso il borgo mariano saranno ogni 15 minuti.

Avevo creduto in questo annuncio fatto dall'assessore Civati e nella giornata odierna attendevo alla fermata di piazza Milite Ignoto a Sant'Ambrogio l'autobus della linea C che effettua tale servizio per recarmi al Sacro Monte.

Tra le ore 10.05 e le ore 10.15 passa un autobus con la scritta “servizio speciale” navetta di collegamento fra stadio e funicolare, il quale ignora la mia richiesta di fermata e prosegue senza alcun tentativo di sosta alla normale fermata d'autobus.

Mi chiedo se il Comune corrisponde qualche indennizzo ad Autolinee Varesine e se tale risposta del nuovo servizio risponde all'aspettativa di incentivare il servizio pubblico, oppure se è un ennesimo spreco di fondi pubblici a favore di un monopolista del trasporto urbano della città.

Nelle serate della rassegna teatrale “ Tra Sacro e Sacro Monte” erano previste le fermate a Sant'Ambrogio e pertanto ritenevo normale la richiesta di fermata anche nelle giornate festive, ma evidentemente il concetto di buon senso non è sempre valido.

Inoltre a differenza della navetta gratuita organizzata per la rassegna teatrale, la navetta festiva è a pagamento ed è incomprensibile il rifiuto di fermarsi alle normali soste previste alle fermate d'autobus lungo il percorso.

L'informazione è dovuta per appurare se in Comune c'è qualcuno che deve accertare se i soldi dei contribuenti vengono spesi inutilmente da chi vanifica una promozione turistica intelligente che mira a soddisfare le esigenze di varesini e turisti.

Cordiali saluti.

De Maria Domenico