Menu
A+ A A-

DALLA SCHIRANNA ALL'ISOLINO

Varese, 23 giugno 2017

Un articolo sul La Provincia del 22 giugno informa sul nuovo servizio di navigazione diretta che collegherà in 30 minuti il Lido della Schiranna all'Isolino Virginia.

Per il momento esiste solo il collegamento diretto fra il pontile di Biandronno e l'isolino nelle giornate di sabato e domenica con corse fra le 10 e le 17.30 , con prolungamento serale fino alle 23 quando è in funzione il ristorante.

Spinto dalla curiosità e per conoscere concretamente il nuovo servizio di collegamento tra la Schiranna ed il sito Unesco dell'Isolino Virginia, nella mattinata odierna mi sono recato con l'autobus N sul luogo di partenza e di arrivo del battello Stradivari che dal 25 giugno e fino al 24 settembre dovrebbe effettuare la navigazione sul lago di Varese.

In prossimità della rotonda della strada provinciale sono stati collocati i cartelli che indicano il luogo di imbarco, che si trova in prossimità della piscina gestita da Aspem, fra la torretta che ospita i giudici delle gare di canottaggio ed il parco Zanzi.

Però non ho visto alcun cartello di orari della nuova navigazione prevista nell'estate appena iniziata, ma da informazioni attinte online ci sono tre partenze, solo nei giorni festivi, alle 10.30, alle 12.20 e alle 15.45, ma non ho notizie sul costo o dove effettuare la prenotazione richiesta.

La Schiranna tutti i fine settimana attira moltissimi visitatori diretti al parco Zanzi, alla piscina e alla pista ciclopedonale di 28 Km che costeggia tutto il lago ed è evidente che oltre il 90% di essi è costretto all'uso della propria auto in quanto il servizio di trasporto pubblico è scadente, soprattutto nei giorni festivi che vede l'arrivo dell'autobus N ogni 45 minuti.

Con un simile servizio di trasporto pubblico, sarebbe veramente un suicidio politico mettere delle aree di sosta a pagamento simili a quelle che da oltre un mese sono presenti nel sito Unesco del Sacro Monte che prevedono l'esborso di 1 euro e 50 per i primi 90 minuti, 3 euro da un'ora e 30 fino a 4 ore e ben 5 euro per la sosta oltre le 4 ore.

Il trasporto pubblico potrebbe migliorare con semplici accorgimenti da tempo proposti, ma semplicemente ignorati dall'attuale gestore del trasporto urbano e dalla nuova Agenzia del Trasporto pubblico locale che ha sede in Como.

A bordo del battello che nella giornata di mercoledì 21 giugno ha inaugurato il nuovo servizio di navigazione, giornalisti e autorità presenti si sono resi conto dell'importanza del collegamento con la pista ciclabile, funzionante 365 giorni all'anno a zero impatto ambientale e con pochi costi di manutenzione, collegamento che potrebbe essere potenziato semplicemente portando i capolinea degli autobus B e A fino alla strada provinciale SP1, incrementando le corse festive dell'autobus N almeno durante il periodo estivo e non riducendole nei giorni feriali con gli attuali criteri di orari ridotti o di periodo non scolastico.

Potrebbe essere un esempio di concretezza dell'attuale amministrazione comunale e provinciale.

Cordiali saluti.

De Maria Domenico