Menu
A+ A A-

DUE BIGLIETTI D'AUTOBUS

Varese, 13 aprile 2017

Vale proprio la pena di premunirsi di due biglietti d'autobus per cimentarsi lungo il nuovo sentiero di collegamento tra monte e lago presentato ad oltre settanta partecipanti nella giornata di domenica 9 aprile dall'associazione Amici del Campo dei Fiori.

La proposta può interessare coloro che hanno nelle gambe almeno la capacità di percorrere circa dieci chilometri fra il capolinea dell'autobus P a Velate e il capolinea dell'autobus N a Calcinate del Pesce.

Quindi si può lasciare in garage l'auto ed utilizzare la comodità di un autobus urbano, con orari più affidabili e frequenti nei giorni feriali, e raggiungere il parcheggio del Poggio di Luvinate in 30 minuti lungo il sentiero n.10 verso la cascina Zambella.

Venti minuti del sentiero n.321 portano ad attraversare la trafficatissima strada provinciale per dirigersi verso il parco pubblico di Luvinate lungo una stradina che porta fino ad un maneggio, poi si gira verso sinistra per superare un prato ed in breve si giunge al guado del torrente Tinella.

Questo è il punto più difficoltoso in quanto necessiterebbe di un ponticello attualmente in progetto, ma non ancora finanziato dai due comuni di Casciago e Luvinate.

Oltrepassato il torrente si giunge alla chiesa di S:Eusebio, località che ogni anno attira migliaia di spettatori affascinati dai fuochi artificiali del 1 agosto, dove si può effettuare una breve sosta.

Si riparte percorrendo un breve tratto di strada dietro il campanile, si svolta a sinistra e dopo alcuni metri si giunge ad un prato sulla destra che si attraversa costeggiando un'alta siepe fino ad una stradina asfaltata dove si incontra il primo cartello del Parco del Campo dei Fiori con l'indicazione dei chilometri mancanti verso le località poste lungo il percorso: Lissago km.2.6, Mustonate km.3.4 e Calcinate del Pesce km.4.1.

Dopo aver attraversato il ponte sulla ferrovia si giunge ad un bellissimo punto panoramico che mostra la bellezza del Sacro Monte e del massiccio del Campo dei Fiori caratterizzato dalla testimonianza liberty del Grand Hotel.

All'altezza di un grosso fienile, verso sinistra si giunge ad un altro cartello dove le distanze si riducono a 0.9 km per Lissago, 1.7 km per Mustonate e 2.4 per il traguardo di Calcinate del Pesce.

Ad un bivio fra via del Puntale e via Mottarone, in località Lissago, ci si dirige verso destra raggiungendo in breve tempo il borgo di Mustonate, fino ad arrivare al capolinea dell'autobus N nelle cui vicinanze una utilissima casetta dell'acqua permette di rifornirsi al costo 5 centesimi.

Attrezzare con qualche cartello segnaletico del Parco Campo dei Fiori e con il ponticello sul torrente Tinella faciliterebbe a molti turisti questa escursione ricca di nuovi punti panoramici, mostrati in circa due ore e mezza a coloro che hanno raccolto l'invito degli Amici del Campo dei Fiori, associazione che si è anche preoccupata di noleggiare un autobus per riportare i partecipanti al punto di partenza del Poggio di Luvinate.

La nota negativa di questa passeggiata in un giorno festivo è la scarsa offerta dell'autobus N con la scandalosa frequenza di una corsa ogni 45 minuti lungo un percorso con attrattive turistiche come la pista ciclo-pedonale attorno al lago, il Volo a Vela , il parco Zanzi con piscine, noleggio bici e scuola canottaggio alla Schiranna, costringendo migliaia di visitatori a preferire la propria automobile per evitare assurde attese per un trasporto in autobus stipati come sardine.

L'assessore competente al rilancio turistico della città di Varese dovrebbe richiamare i responsabili del trasporto urbano ad una maggiore duttilità negli orari di transito degli autobus adattandoli alla stagione turistica estiva o ad eventi particolari che richiamano migliaia di visitatori.

Si auspica maggiore collaborazione e dialogo fra Autolinee Varesine, Comune di Varese e la nuova Agenzia del trasporto pubblico locale, per valorizzare concretamente lo sviluppo turistico e culturale della città giardino.

Buona Pasqua.

 De Maria Domenico