Menu
A+ A A-

VEGETAZIONE PERICOLOSA

Varese, 9 marzo 2017

“ o vos omnes qui transitis per viam attendite et videte......

Una parte di frase del profeta Geremia che compare sul frontone della decima cappella può essere adattata al rischio di una probabile caduta di alberi, cresciuti senza alcun controllo accanto alle cappelle del Sacro Monte.

In molti casi appartengono ad un tipo di vegetazione infestante e senza particolare valore botanico che annullano anche la bellezza del paesaggio circostante da molti ritenuto una delle principali attrattive turistiche del nostro territorio.

Non è raro leggere notizie di stampa che riferiscono di forte vento, spesso associato a pioggia battente, che causa la caduta di decine di alberi.

Nella maggior parte dei casi non ci sono conseguenze, ma quando l'albero si abbatte su un auto in sosta o in transito, sui fili della corrente elettrica o di linee telefoniche causando interruzioni nell'erogazione del servizio oppure su un edificio, sono notevoli le spese per le riparazioni e i rimborsi assicurativi, spesso negati da codicilli che escludono gli eventi atmosferici.

Chi frequenta il viale delle Cappelle che porta al Sacro Monte di Varese ricorderà la caduta di un albero, in prossimità del terzo arco posto fra la decima e la undicesima cappella, che per pura fortuna non colpì la statua di Sant'Ambrogio.

E' recentissima la caduta di un albero alla fermata d'autobus in viale Ippodromo, fortunatamente senza passeggeri in attesa, alle ore 12 del 4 marzo .

Non era certo previsto quel movimento nelle rocce del Sacro Monte che da circa un mese blocca un tratto di via del Ceppo e che ha portato alla chiusura totale della zona con l'inizio di lavori di consolidamento della durata di almeno due mesi.

Un sopralluogo esplorativo per verificare la presenza di rischi connessi al pericolo di caduta alberi potrebbe evitare il rimpianto di non aver preso in considerazione un suggerimento rivolto a tutti coloro che affermano di amare il Sacro Monte.

Cordiali saluti.

De Maria Domenico