Menu
A+ A A-

AIUTIAMO ANDREA ROSSI A GUARIRE

di felice magnani

Su l’Eco del Varesotto di venerdì 13 settembre, in prima pagina si legge: AIUTIAMO ANDREA ROSSI A GUARIRE ATTIVATA UNA GRANDE CAPAMPAGNA DI SOLIDARIETA’. Ho chiesto al direttore Davide Boldrini se potevo riprendere il pezzo e pubblicarlo. La risposta è stata affermativa, quindi lo propongo, con la speranza che ancora più persone possano prendere atto della disavventura di questo nostro amico, aiutandolo.

"Andrea Rossi abita a Luino e ha 26 anni: nel 2014 ha scoperto di avere un tumore, un melanoma al piede. Nonostante vari interventi chirurgici e le cure prestate in ospedali italiani, la malattia non è stata debellata: sono necessarie cure specifiche, prestate solo in poche strutture specializzate. Una di queste è il SHEBA MEDICAL CENTER, struttura israeliana che pratica una terapia innovativa. Per potersi curare in Israele servono però 600.000 € perché il Servizio Sanitario Nazionale non rimborsa queste spese: una somma enorme della quale Andrea, e la sua famiglia, non dispongono. Per questo, ai primi di settembre è partita una raccolta fondi, una gara di solidarietà  per aiutare Andrea. Sono state organizzate varie attività da parte di privati cittadini, negozi, associazioni, enti. Per aiutare Andrea è possibile effettuare una donazione sul sito www.gofundme.com, oppure con una delle altre modalità di raccolta fondi attivate in città.  L’eco del varesotto invita i propri lettori ad aiutare Andrea, per consentirgli di guarire ed avere un futuro sereno come quello che tutti noi ci auguriamo per noi stessi e per i nostri cari. Pubblichiamo la lettera di Andrea nella quale spiega il suo stato di salute e le possibili cure.

Ciao a tutti,  
mi chiamo Andrea Rossi, ho 26 anni e abito in provincia di Varese, in particolare a Luino.
Nel 2014, lavoravo a Manchester in un ristorante quando quasi per caso, dopo essere tornato per qualche giorno in Italia, a seguito della rimozione di una bolla sul piede, si è scoperto essere un melanoma.
Successivamente ho iniziato a sottopormi a degli interventi chirurgici, prevalentemente di debulking, fino al marzo 2018 quando è stata provata un’operazione chiamata perfusione isolata dell’arto inferiore. Contemporaneamente agli interventi chirurgici, ho preso parte a vari protocolli sperimentali di immunoterapia che non hanno però sortito l’effetto sperato. Purtroppo tutti i miei sforzi e i sacrifici non hanno portato a grandissimi risultati, anzi, a dire la verità, non hanno fatto altro che peggiorare la situazione. 
Al momento, ho cominciato la mia prima sessione di chemioterapia classica, con la prima infusione il 2 settembre 2019. I risultati della chemioterapia sul Melanoma di IV stadio Metastico non sono il massimo. L’oncologo che per il momento mi segue, parla di una riduzione magari nei noduli sparsi per il corpo, ma non si può parlare di cura per una guarigione completa.
Il motivo per cui vorrei fare partire questa raccolta fondi è per provare ad entrare in cura allo SHEBA MEDICAL CENTER (in Israele), una delle prime dieci strutture ospedaliere votate come migliore al mondo. 
La terapia che verrebbe fatta si chiama TIL (INFILTRATING LYMPHOCYTE TUMOR). Questa terapia consiste nell’asportare parte del materiale tumorale, estrarne i linfociti (il nostro esercito contro tutte le malattie), riprodurle in vitro, potenziarle e creare dei vaccini che una volta iniettati nel corpo possano contrastare l’avanzamento della malattia, aiutando le persone che si sottopongono a questo trattamento a guarire. Questo trattamento ha una percentuale di sopravvivenza altissima rispetto a tutte le altre terapie immunologiche, chemioterapiche e chirurgiche.  
Dopo aver contattato la struttura, sono stato informato sui costi che la terapia che VORREI affrontare ha, essendo essi molto elevati, chiedo aiuto alle persone che mi conoscono e che mi vogliono bene, e a quelle che non sanno nemmeno come sono fatto, di darmi una mano a intraprendere questo viaggio.
La somma richiesta sembra esagerata, ma quello che non verrà speso, lo girerò per cercare di trovare una soluzione a questa malattia che sta infestando moltissime persone e che purtroppo non guarda in faccia a nessuno! 
Grazie mille a chi potrà farlo con un sostegno economico, e chi non potrà, sarà ben accetto anche solo un pensiero o una preghiera.
UNITI PER VINCERE
#FUCKCANCER"

 

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese